Testi, immagini, grafica, fotografia: supporti digitali e non. Insomma il grande contenitore denominato “EDITORIA”.
L’humus in cui tutto ciò attinge è sicuramente la creatività, spazio indefinito e a nostro parere indefinibile, ma essenziale per la realizzazione di momenti unici, in special modo in questo periodo di esperienza con la necessità di mantenere distanze salutari.
Operando da anni in questo settore siamo in grado di assolvere a compiti che solo all’apparenza si discostano tra loro, ma che nella realtà dei fatti non sono altro che parti integranti del nostro bagaglio professionale.

EVENTI CULTURALI E FORMATIVI

LA NOSTRA IDEA EDITORIALE

Ciò che ci interessa in tutti i testi che pubblichiamo è la profondità di esperienze che catturino il lettore. Crediamo nel valore dell’oggetto libro in tutte le sue caratteristiche: estetiche (cura della grafica, dell’impaginazione e della copertina), tattili (scelta della carta e del tipo di confezione) e di contenuto (cura dell’editing e della correzione di bozze). Abbiamo esperienza di lavoro redazionale per riviste, scrittura di saggi, articoli e biografie.
 Le altre caratteristiche che ci stanno molto a cuore sono anche i costi dei nostri volumi, accessibili a tutte le tasche, e la distribuzione attraverso una rete di librerie indipendenti, a cui  associamo la diffusione via web.
 Tutte le nostre pubblicazioni vengono prodotte sia in formato cartaceo che digitale. Ogni formato ha le sue caratteristiche: nel cartaceo il lettore trova illustrazioni e immagini stampate, nel digitale possiamo editare in formati per supporti digitali e in formati multimediali, con link ipertestestuali che collegano il testo a pagine web, blog, canali video ecc.
 Le due forme combinate raggiungono una maggiore quantità di lettori con gusti e abitudini diverse: dagli irriducibili della carta ai nativi digitali.

GRAFICA E COMUNICAZIONE

Parlare di immagine, oggi, significa fare riferimento con più attenzione al panorama dei media. Questo, fino al qualche tempo fa, contemplava un numero di mezzi limitati: carta stampata, radio, televisione, ecc. Nel frattempo le tecnologie utilizzate a questo fine hanno subito un’evoluzione che è tuttora in corso, modificando il concetto stesso di comunicazione. Il pubblico di pari passo ha acquisito così una diversa sensibilità e attenzione rispetto a ciò che gli viene proposto. I messaggi si sono moltiplicati, con il rischio di omologazione e di effetto spam, situazione che può vanificare sia l’impegno professionale di chi li propone che quello economico del committente. Serve quindi, a nostro parere, un uso più mirato delle varia possibilità messe a disposizione a partire dalla comunicazione on line.